Tra le varianti più golose del dolce invernale per eccellenza c’è quella che vi presentiamo oggi: lo strudel di pere e cioccolato. La versione classica con le mele è tutt’altro che superata e anzi, sempre golosissima. Ma a noi dell’Hotel Corte di Gabriela piace mettere sempre un tocco di creatività in tutto… specialmente nei dolci! Questa variante prevede, oltre naturalmente alle pere e alle scaglie di cioccolato, l’aggiunta a piacere delle scaglie di cocco, delle mandorle e delle noci. Le dosi indicate di seguito sono indicative per 4 persone; col tempo imparerete a farle vostre e regolarvi in base alla gola dei vostri ospiti! Avete già l’acquolina in bocca? Diamoci da fare e proviamo a preparare insieme questa squisitezza.

 

 

 

Ingredienti per la pasta sfoglia:

300 gr farina 00

1 uovo

50 gr di burro

60 ml di latte

 

Ingredienti per il ripieno:

3 pere

50 gr di zucchero

50 g di uvetta

50 g di pinoli

100 gr di scaglie di cioccolato bianco e/o nero

Cannella in polvere

Cocco a scaglie, mandorle e/o noci a piacere

 

Abbiamo tutto? Veniamo al sodo!

In un contenitore di vetro impastiamo la farina con il burro, l’uovo e il latte tiepido, fino ad ottenere un composto morbido e uniforme che copriremo e lasceremo riposare per circa un’ora. Dell’uovo teniamo da parte solo un cucchiaio di albume, che ci servirà dopo.

Intanto che aspettiamo che l’impasto riposi, ci occupiamo del ripieno. Per farlo, sbucciamo e tagliamo a fettine sottili le pere, sulle quali spruzzeremo subito qualche goccia di succo di limone per non farle annerire. Mischiamole allo zucchero, aggiungiamo a piacere il cocco a scaglie, l’uvetta, i pinoli, le mandorle e/o le noci e infine le scaglie di cioccolato. Rifiniamo il ripieno con una spolverata leggera di cannella.

Stendiamo molto finemente l’impasto lasciato a riposo per un’ora su un canovaccio o su della carta da forno accuratamente infarinati. Distribuiamo quindi il ripieno su tutta la lunghezza in modo uniforme e in uno strato sottile quasi quanto la pasta. Arrotoliamo con cura il tutto e adagiamolo su una teglia imburrata. Infine spennelliamo con quel cucchiaio di albume che avevamo tenuto da parte inizialmente e inforniamo a 200 °C per una mezz’oretta, o fintanto che non notiamo la giusta doratura.