Si intitola Viva Arte Viva e si svolgerà dal 13 maggio al 26 novembre 2017 la 57esima Esposizione Internazionale d’Arte Biennale di Venezia. Come ci spiegano il presidente Paolo Baratta e la curatrice Christine Macel, il titolo riflette il tema della rassegna, che quest’anno sarà il dialogo: il percorso attraverso il quale si sviluppa è concepito come un viaggio durante il quale avrete l’opportunità di incontrare e conoscere gli artisti invitati. Opportunità che peraltro coglierà anche la stessa Macel, poiché 103 dei 120 artisti saranno protagonisti della sua mostra per la prima volta in assoluto.

L’importanza dell’incontro tra il visitatore e l’artista, così come l’agevolazione del confronto fra gli artisti stessi si concretizza in una delle principali novità di quest’anno, quella che contraddistingue la collezione di opere letterarie esposta come di consuetudine presso il Padiglione del Libro: qui, oltre alla “bibliografia” della mostra, composta da volumi dedicati a ciascuna opera, potrete consultare anche biblioteche selezionate dai singoli artisti, che comprenderanno i testi e le pubblicazioni per questi più influenti e che hanno condizionato le scelte formative e lo sviluppo artistico di ognuno di essi. Un’idea d’ispirazione umanistica, che concorre a celebrare la centralità dell’artista nella creazione della propria opera.

Tra gli 85 paesi che affiancheranno la mostra nei suoi storici padiglioni sono 3 quelli presenti per la prima volta: Antigua e Barbuda, Kiribati e Nigeria. Potrete seguire gli eventi paralleli all’esposizione anche in streaming sul sito della Biennale; tra i vari appuntamenti non perdetevi la Tavola Aperta, che ogni venerdì e sabato vi inviterà a pranzo con gli artisti per fare una chiacchierata a tu per tu sulle loro opere.